stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L’inchiesta sul petrolchimico di Priolo, perizia giudiziale sul depuratore Ias
AMBIENTE

L’inchiesta sul petrolchimico di Priolo, perizia giudiziale sul depuratore Ias

Siracusa, Cronaca

Il gip del Tribunale di Siracusa ha affidato l’incarico a tre consulenti per l’incidente probatorio sul depuratore Ias di Priolo, nel Siracusano. L’impianto, di proprietà della Regione e di alcune aziende dell’area industriale, tratta i fanghi che provengono dalle industrie, ma anche i reflui civili dei Comuni di Priolo e Melilli. Il gip, su richiesta della Procura di Siracusa, lo ha posto sotto sequestro il 16 giugno scorso nell’ambito di un’inchiesta per disastro ambientale. Oggi il magistrato Salvatore Palmeri ha affidato l’incarico a Giuseppe Mancini, Alfredo Pini e Emilio Napoli: i tre consulenti inizieranno le operazioni il 17 gennaio prossimo. La richiesta di incidente probatorio è stata avanzata nel settembre scorso dalla Procura di Siracusa. I consulenti dovranno rispondere ad alcuni quesiti che riguardano la possibilità per l’impianto di depurare i reflui seguendo le normative. Il rischio è la chiusura dell’impianto e quindi il rischio di collasso per la zona industriale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X