stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Siracusa, le idrovore non bastano per liberare le strade allagate
L'ONDATA DI MALTEMPO

Siracusa, le idrovore non bastano per liberare le strade allagate

Protezione civile e vigili del fuoco in azione per l’intera giornata di oggi a Siracusa. Sei pompe idrovore non sono bastate in località Fanusa, a quindici chilometri dal capoluogo, per liberare le strade ancora allagate. I volontari anche oggi hanno portato viveri a diverse famiglie che sono ancora isolate e non possono uscire di casa. In città invece la situazione sembra tornata alla normalità.

«La Regione faccia in fretta a fare un calcolo, anche sommario, dei danni che sono sicuramente ingenti: dalle infrastrutture all’agricoltura, senza dimenticare l’edilizia privata. Siamo certi che la Regione sarà rapida nel dichiarare lo stato di emergenza per la provincia di Siracusa» affermano i parlamentari siracusani nazionali e regionali del M5s. “Invitiamo la Regione a non lesinare sforzi per completare una prima stima in poco tempo, così da accelerare tutto l’iter. Bisogna dare una risposta veloce a territori devastati da un ottobre nero. La lezione che tutti dobbiamo imparare è che si deve ragionare solo e sempre in termini di prevenzione, altrimenti queste scene si ripeteranno ogni anno».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X