stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

La strumentazione va in tilt e i turisti rimangono bloccati all'interno di un parcheggio a Siracusa

di

Decine di turisti e tanti cittadini bloccati ieri all'interno del parcheggio Talete, ad Ortigia. La strumentazione è andata in tilt e si sono registrate lunghe file per poter uscire, con proteste senza fine.

"Abbiamo atteso di poter regolarmente pagare il biglietto per la sosta della nostra auto - ha sottolineato Sebastiano Montalto che ieri si trovava insieme alla moglie - ma non siamo riusciti ad uscire per un blocco dei varchi. Non è la prima volta che si verifica questo disservizio. Nonostante le segnalazioni e gli interventi dei tecnici che si susseguono, la situazione evidentemente non migliora e ad essere penalizzata è l'utenza, con la beffa che tutto questo si verifica durante i fine settimana".

Critiche giunte anche dai tanti turisti che ieri erano in visita nel centro storico e si sono ritrovati «intrappolati» dentro il parcheggio. "Una disavventura durata circa mezz'ora - ha sottolineato Antonio Grieco, giunto da alcuni giorni in città proveniente da Salerno - nessun servizio informazioni, neanche alla guardiola che era chiusa e senza personale. Nessun aiuto dal momento che anche il numero di emergenza indicato nel parcheggio, non ha dato risposte. È poi giunta una pattuglia della polizia municipale, chiamata dopo alcune segnalazioni nostre alla sala operativa, che ha quindi favorito l'apertura dei varchi di uscita".

Disagi che sono stati rilevati anche da una famiglia proveniente da Roma, arrivata in città proprio ieri. Da loro non sono mancate le critiche pure per lo stato di degrado in cui versa la struttura che ieri era piena di auto.

"Non è un bel biglietto da visita che si offre al turista - ha sottolineato Lucia Fangano, che è rimasta in attesa della riapertura del varco insieme al marito ed ai due figli - specie a chi come noi è con bambini piccoli, o anche per chi è anziano. Un servizio scadente che peraltro rischia di non essere remunerativo per il Comune, dal momento che questi tipi di situazioni, come ci hanno riferito, sembrano siano frequenti. È quantomeno strano, inoltre, che non sia presente personale della polizia municipale o addetti alla manutenzione di queste strumentazioni all'interno del parcheggio, come dimostra la guardiola desolatamente vuota. Non vorremmo, poi, che al danno si aggiunga la beffa determinata dall'arrivo della multa per non aver pagato il biglietto per cause chiaramente non dipendenti da noi".

Dal settore Mobilità del Comune, contattato, si chiarisce che il disservizio non è dipeso da responsabilità imputabili all'amministrazione, ma che il servizio di riapertura del parcheggio è andato in tilt per alcuni minuti a causa di un blocco verificatosi su base nazionale al software del sistema della società "Parkeon" che ha in gestione gli accessi collegati alle strumentazioni che erogano i biglietti di sosta. In ogni caso, così come è stato specificato dall'amministrazione comunale, si è tenuto a precisare che per i conducenti dei mezzi usciti senza pagare a causa del blocco delle strumentazioni, non è in alcun modo prevista la sanzione. Situazione che ripropone una criticità legata al sistema di gestione dei parcheggi in città. Troppo spesso, ormai, durante i fine settimana, quando è in aumento l'afflusso di turisti e di tanti cittadini che si riversano nel centro storico, le strumentazioni vanno in tilt sia al parcheggio Talete che nell'area all'aperto del Molo Sant'Antonio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X