stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Federica, da Siracusa a Roma e laurea record a 21 anni: "Il segreto? L’organizzazione"

Federica, da Siracusa a Roma e laurea record a 21 anni: "Il segreto? L’organizzazione"

La ricetta per il successo? “L’organizzazione. Se si rispetta ogni giorno il piano di marcia, si arriva sicuramente agli obiettivi prefissati”.

A dirlo è Federica Lorenzetti, siciliana, che ha appena stabilito un nuovo record laureandosi a soli 21 anni, con la media del 30 e menzione speciale, in giurisprudenza.

Da tenere in conto anche la passione e la determinazione: “Sono convinta che se una cosa non piace difficilmente si è disposti a impegnarsi così tanto. Io ogni giorno facevo il mio programma quotidiano, e se, per esempio, mi ero imposta di leggere 100 pagine non andavo a letto se non avevo finito”.

Di origini modicane, Federica a 5 anni si è trasferita a Siracusa con la famiglia, la cui storia è votata alla professione forense: “Da piccola vedevo dei forum con mio nonno e ci divertivamo a commentare i vari casi, o andavo nello studio di mia madre a curiosare tra i suoi libri universitari. Ho sempre desiderato seguire le orme dei miei genitori”.

Il supporto della famiglia è servito a realizzare i sogni di Federica, che si è poi trasferita a Roma per studiare alla Luiss Guido Carli.

La spinta a laurearsi tanto in fretta la deve invece al suo amore per il diritto, ma anche alla consapevolezza che il mondo del lavoro, oggi più che mai, è spietato. “Conosco le difficoltà che noi giovani viviamo nell’inserirci nel mondo del lavoro. Ammetto che anche per me, con il mio curriculum, non è stato semplice. Purtroppo il periodo non era bello prima, figuriamoci oggi con il Covid. Per questo credo che la mia sia stata una scelta vincente, perché prima si finisce di studiare, prima ci si inserisce nel mondo del lavoro”.

Federica, che si è laureata il 25 marzo, adesso prenderà qualche giorno di pausa, approfittandone anche per giocare a tennis, la sua seconda passione. L’attendono però la pratica forense per conseguire l’abilitazione e la scelta sul da farsi. “Sono due le strade su cui sono indecisa: il concorso in magistratura oppure tentare la collaborazione con uno studio internazionale, e magari fare un master all’estero”.

E ai coetanei Federica dice: “Non arrendetevi, credete in voi stessi, siate tenaci perché prima o poi i sogni si realizzano”.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X