stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Azienda siciliana che esporta in Ucraina: "Futuro incerto, danni anche per noi"

Azienda siciliana che esporta in Ucraina: "Futuro incerto, danni anche per noi"

Le prime battute di guerra stanno già avendo riflessi negativi sull’economia europea. Anche in Sicilia alcuni imprenditori stanno già riscontrando le prime difficoltà come tante aziende che importano o esportano dall’Ucraina. Tra queste c’è una distilleria di Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa, che negli anni ha alimentato un mercato importante proprio con l’Ucraina e che adesso vede tanti punti interrogativi sul suo futuro commerciale con il paese assediato dai miliari russi.

“E’ tutto assurdo - dice Paolo Rametta, titolare della distilleria - sto proprio per prendere un aereo per la Polonia per capire meglio, anche perché ho fatture in sospeso e essendo un’azienda non grandissima potremmo riscontrare dei problemi economici se non fossero saldate. L’Ucraina è in guerra da anni, ma molti se ne stanno accorgendo solo adesso".

Il pensiero di Rametta va anche a tutti gli ucraini che ha avuto modo di conoscere: "Incontreremo i nostri partner anche per dare un aiuto. Pensate che si stavano preparando per una fiera e che invece adesso nel giro di poche ore dovranno indossare l’elmetto, sono davvero preoccupato e spero e prego per loro. Gli ucraini sono cordiali e amici, gente buona che lotta da anni per l’indipendenza e non merita tutto questo”.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X