stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Noto, il concerto della fanfara dei carabinieri per l'Infiorata

Noto, il concerto della fanfara dei carabinieri per l'Infiorata

Nell’ambito delle iniziative della primavera barocca 2022 e della 43.a edizione dell’Infiorata, ieri sera a Noto, in piazza Municipio la Fanfara del 12.o reggimento carabinieri Sicilia ha tenuto un concerto, aperto a tutta la cittadinanza, con un programma musicale che ha spaziato dall’opera al pop, da Verdi a Morricone sino alla riproposizione di un medley dei Pooh. Brani sapientemente presentanti da Giuseppe Spicuglia.

Erano presenti il sindaco di Noto Corrado Figura, il prefetto di Siracusa Giusy Scaduto, del Vescovo, il vescovo monsignor Antonio Staglianò, il presidente del Tribunale Dorotea Quartararo, il comandante della legione carabinieri Sicilia, generale di brigata Rosario Castello e altre autorità civili e militari della provincia.

Il concerto, eseguito dai 30 componenti agli ordini del maestro luogotenente Paolo Mario Sena, si è concluso con la Fedelissima, la famosa marcia d’ordinanza dei carabinieri, e con l’inno nazionale italiano. Gli oltre 2000 presenti hanno lungamente applaudito l’esibizione. L’ultima presenza della fanfara dei carabinieri a Noto risale al 18 settembre 2021. In quell’occasione un concerto fu tenuto per l’istituzione della locale Sezione Anc.

Tra le altre iniziative promosse dall’amministrazione comunale di noto, nella mattinata, all’interno della sala consiliare di Palazzo Ducezio, il sindaco ha consegnato al generale di brigata Rosario Castello la cittadinanza onoraria con la seguente motivazione: «Per l’alto senso del dovere e della fedeltà dimostrato in favore dello Stato e delle sue Istituzioni ispirati a valori quali onestà, impegno sociale e civile, per la costante presenza e sostegno a favore degli enti locali nell’affrontare delicate questioni di comune interesse, per il contributo e gli interventi di prevenzione, repressione e controllo del territorio non solo netino, ma della Sicilia tutta, per la difesa e la sicurezza dei cittadini e del bene comune».

Particolare interesse nel numeroso pubblico presente, inoltre, è stato suscitato dallo stand che l’arma dei carabinieri ha realizzato in piazza dei Caduti con l’esposizione statica di mezzi d’istituto e di cimeli provenienti dalla «Sala della memoria» del comando legione carabinieri Sicilia di Palermo nonché dalla composizione floreale raffigurante lo stemma araldico dell’arma, realizzato da abili infioratori della zona.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X