stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Musica in filodiffusione nel reparto di Radioterapia all'Asp di Siracusa

Musica in filodiffusione nel reparto di Radioterapia all'Asp di Siracusa

Il reparto di Radioterapia dell’Asp di Siracusa diretto da Salvatore Bonanno è stato dotato di una apparecchiatura di audio diffusione e di una collezione musicale donati dalla sezione siracusana dell’Associazione ANGOLO presieduta da Gabriella Insolia. L’iniziativa è frutto della collaborazione che l’associazione offre da anni ai servizi ospedalieri dedicati alla prevenzione e cura delle malattie oncologiche. “Accogliamo con i più sentiti ringraziamenti dell’Azienda questo ulteriore gesto di liberalità – dichiara il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – che conferma ancora una volta l’attenzione e la sensibilità che le associazioni di volontariato riservano agli utenti delle strutture sanitarie del siracusano improntate alla collaborazione al fianco degli operatori sanitari. Un sentito grazie alla presidente e a tutti i volontari dell’Associazione ANGOLO per la donazione e per l’incessante impegno che profondono”.

“E’ una donazione – dichiara la presidente dell’associazione Gabriella Insolia – che segnala il civismo cui si impronta l’azione dell’Associazione ANGOLO rinsaldandone i compiti: operare perché la cultura della prevenzione della malattia oncologica sia sempre più diffusa e radicata e perché il percorso terapeutico possa essere condiviso con chi questa dolorosa esperienza ha già vissuto e possa essere alleviato da momenti di socialità utili ad allentare la morsa delle ansie e delle paure conseguenti”.

L’associazione ha consegnato anche due targhe che sono state affisse nei locali dove è stato allestito il sistema musicale con su inciso: “La musica non è un dettaglio nella cura, perché la musica “parla” e scalda le emozioni. E le emozioni sono vita”.

“Sono numerosi gli studi che attribuiscono all’ascolto della musica potere di lenimento alla sofferenza, riduzione dei livelli di ansia e di stress, miglior controllo del dolore e migliore compliance ai trattamenti antiblastici – sottolinea il direttore della Radioterapia Salvatore Bonanno -. A tale scopo particolarmente accurata è stata la selezione delle musiche offerte, operata a cura del musicoterapeuta e musicista Luca Bordonaro che ringraziamo di cuore assieme a tutti gli operatori sanitari del reparto e i componenti l’Associazione. Registro il plauso dei pazienti nel cercare di rendere più accogliente, più “calda”, la stanza del bunker in cui viene eseguito il trattamento radiante. I pazienti apprezzano particolarmente ogni sforzo a rendere più familiare ogni momento trascorso all’interno del reparto e la possibilità di ascoltare una musica calda, rilassante, durante la seduta di radioterapia, risponde anche alla necessità di contrastare il meccanico tintinnio del macchinario che incute paura”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X