stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Brucia sterpaglie e va a pranzo, incendio sui monti Iblei: denunciato

Brucia sterpaglie e va a pranzo, incendio sui monti Iblei: denunciato

La Sicilia brucia da settimane e i Monti Iblei non sono stati risparmiati dalle fiamme. I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Noto hanno individuato l'origine di uno dei roghi e hanno denunciato un uomo per incendio boschivo. 

Sono centinaia gli ettari di macchia mediterranea interessati in queste settimane dagli incendi che, in più occasioni, hanno lambito le abitazioni private. Spesso, purtroppo, i roghi partono per mano umana, sia volontariamente che involontariamente.

Dopo indagini sulle origini di uno degli ultimi incendi sui Monti Iblei, che ha colpito circa 5 ettari di macchia mediterranea e ha messo in pericolo almeno 5 abitazioni, i carabinieri hanno denunciato un uomo alla Procura di Siracusa come possibile responsabile.

L'incendio è divampato intorno all'ora di pranzo ed è stato spento soltanto dopo sei ore in cui i soccorritori hanno impiegato sia mezzi di terra che aerei. Il giorno successivo, ripercorrendo a ritroso l'intera area interessata dalle fiamme, i militari hanno individuato il punto di origine in un frutteto riconducibile ad un imprenditore siracusano.

L'uomo, dopo aver  raccolto in diversi punti del suo terreno mucchi di sfalci di potatura, per eliminarli, li ha bruciati anziché versarli negli appositi compattatori. Verso ora di pranzo però è andato a casa a mangiare, lasciando gli ultimi focolai a terminare il lavoro. 

Le fiamme libere, alimentate dal forte vento di libeccio, hanno però aggredito la collina generando un grave danno ambientale nonché economico. Il rogo ha richiesto l'intervento di numerose squadre dei Vigili del fuoco e Forestali  Raccolti tutti gli elementi indiziari disponibili, l’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica di Siracusa per procurato incendio boschivo.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X