stampa
Dimensione testo

Tari, controlli incrociati per scovare gli evasori a Siracusa

di

Le possibilità offerte dalla tecnologia e l'analisi di oltre 60 banche dati per scovare tutti coloro che non pagano i tributi comunali, in particolare la Tari, la tassa sui rifiuti. Oltre 400 milioni di euro di evasione in 10 anni hanno lasciato il segno sui conti del Comune, e nei giorni scorsi anche sugli equilibri in consiglio comunale, e l'amministrazione corre ai ripari con un progetto, denominato "Riscontro", con l'obiettivo di contrastare l'evasione.

"Il Comune - sono le parole del vicesindaco Giovanni Randazzo - è capofila di un progetto che coinvolge altre città italiane e che stiamo mettendo in atto con i rappresentanti della Fondazione costituita dall'Associazione nazionale dei comuni italiani".

Il piano di intervento per scovare chi non paga passa attraverso l'incrocio di migliaia di dati che "consentirà di ottenere con estrema precisione l'elenco delle persone che non versano le quote legate ai tributi".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X