stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Siracusa sfiora i 50 gradi e la provincia brucia: roghi a Melilli, fiamme vicino alla raffineria Sonatrach
SALE LA PREOCCUPAZIONE

Siracusa sfiora i 50 gradi e la provincia brucia: roghi a Melilli, fiamme vicino alla raffineria Sonatrach

Nella zona nord del Siracusano, dove si registra oggi il record europeo di caldo (48.8), un muro di fiamme, originatosi nel primo pomeriggio, ha minacciato i serbatoi della raffineria Sonatrach e, secondo quanto afferma la deputata regionale Daniela Ternullo, «in via cautelativa, per scongiurare l’esplosione è stato mandato un elicottero a presidiare la zona industriale del petrolchimico».

Da ore, un rogo si è scatenato anche in contrada Catrini, alle porte di Melilli ed ha già divorato diversi ettari di vegetazione. «Siamo in contatto con la Prefettura e con gli uffici preposti ma purtroppo al momento, nessun Canadair o elicottero è nelle condizioni di alzarsi in volo», dice il sindaco di Melilli, Giuseppe Carta, che ha chiesto l’intervento della Regione per i mezzi aerei. Il primo cittadino del centro industriale ha lanciato un appello ai residenti.

A Siracusa toccati i 48,8 gradi: nuovo record europeo di caldo

«Chi vive - dice Carta - nei pressi del centro abitato di Melilli centro rimanga nella sua abitazione ed eviti di uscire di casa». Fiamme anche a Sortino, Comune montano del Siracusano, non molto distante da Melilli ma qui la situazione sembra essere migliore.

Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, dice: «Attraverso la protezione civile e la Croce rossa stiamo monitorando le persone più a rischio, come gli anziani, a causa di questa asfissiante ondata di calore. C'è anche allerta massima sugli incendi». Temperature elevatissime sono state registrate anche in altri centri del siracusano, a Noto con 46,1 gradi, a Francofonte con la temperatura salita fino a 45,2 gradi dopo che a Lentini, sempre in provincia di Siracusa, martedì sono stati registrati 47 gradi.

E proprio a Lentini il sindaco Saverio Bosco ha firmato un’ordinanza per limitare il numero di persone in giro per le strade nelle ore più calde e salvaguardare anche la salute degli animali. «Dalle 10 alle 19 - dice Bosco - è vietato passeggiare con i cani ed è vietato anche tenere gli animali nei balconi o nelle terrazze. La Protezione civile e la Croce rossa stanno controllando le persone più deboli e fragili come gli anziani».

A Lentini, ieri, sono stati 4 gli anziani finiti al pronto soccorso perché disidratati. Allerta massima anche a Noto. «Per fortuna - sono le parole del sindaco Corrado Bonfanti - al momento la situazione è sotto controllo. Abbiamo però allertato la Protezione civile e attivato il Centro operativo comunale sia per la tutela della salute pubblica sia per prevenire gli incendi».

Gli incendi nel Siracusano si aggiungono a quelli che hanno colpito l'intera Sicilia, dalle Madonie all'Ennese (con le case minacciate a Pergusa), dalla provincia di Catania, dove c'è stata anche una vittima, fino al Ragusano.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X