stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Uccide connazionale dopo una violenta lite a Siracusa, nigeriano fermato a Catania
OMICIDIO

Uccide connazionale dopo una violenta lite a Siracusa, nigeriano fermato a Catania

Un nigeriano di 23 anni è stato fermato dalla polizia di Stato per l’omicidio di un connazionale commesso il 12 luglio a Siracusa.

Riverso a terra, in via Re Ierone II, gli agenti, dopo una segnalazione, hanno trovato la vittima che presentava una grave ferita al petto. Nonostante le manovre di rianimazione del personale del 118, il trentenne è morto.

Gli uomini della Squadra mobile, sentendo alcuni testimoni e visionando i filmati dei sistemi di videosorveglianza hanno ricostruito la lite tra i due, nel corso della quale la vittima aveva sferrato un pugno all’altro che poco dopo si è vendicato presentandosi con un grosso coltello che aveva nella borsa e sferrando alcuni fendenti, prima di fuggire.

Sono iniziate le ricerche e l’uomo è stato infine rintracciato a Catania dove gli agenti della Squadra mobile di Siracusa e della questura etnea hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto per omicidio nei confronti del ventitreenne condotto in carcere.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X