stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia ed estorsioni a Siracusa, rinvio a giudizio per due esponenti del clan Bottaro-Attanasio
PROCURA

Mafia ed estorsioni a Siracusa, rinvio a giudizio per due esponenti del clan Bottaro-Attanasio

mafia, Siracusa, Cronaca
Il tribunale di Catania

Il gup del Tribunale di Catania ha rinviato a giudizio per estorsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti di un commerciante Luciano De Carolis e Andrea Fortuna, indicati dalla Dda di Catania come esponenti del clan Bottaro-Attanasio di Siracusa.

Le indagini, condotte dai magistrati della Procura distrettuale di Catania, hanno avuto inizio dopo la denuncia della vittima, Marco Montoneri, la cui testimonianza, negli anni scorsi, aveva permesso di arrestare sette esponenti della stessa cosca siracusana, tutti condannati in via definitiva.

I due odierni imputati, secondo la tesi della Dda di Catania, si sarebbero recati nell’attività economica del commerciante, che vive in una località segreta, per prelevare uno scooter senza pagarlo. De Carolis, coinvolto in alcune operazioni antimafia, è attualmente sotto processo, insieme al presunto boss, Alessio Attanasio, per l’omicidio di Angelo Sparatore, ammazzato con sei colpi di pistola il 4 maggio del 2001 a Siracusa.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X