stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccino, dietrofront del sindaco di Avola: "Malati oncologici rima di tutti"
LUCA CANNATA

Vaccino, dietrofront del sindaco di Avola: "Malati oncologici rima di tutti"

Avola, coronavirus, vaccino, Siracusa, Cronaca

"Sicuramente chi ha patologie oncologiche e di altro tipo deve essere tutelato prima degli altri. E ciò vale anche per i soggetti con disabilità". Lo afferma il sindaco di Avola e vicepresidente vicario Anci Sicilia, Luca Cannata. "Mi spiace se sia passato un altro messaggio rispetto al mio pensiero. Nessuna classifica o graduatoria sui vaccini, ma una riflessione ragionata" , aggiunge.

"Non occorre arrivare al conflitto tra istituzioni e cittadini, perché le prime devono tutelare la collettività e i diritti di tutti. Prendersi cura degli altri è un dovere quando si è un’istituzione e come sindaco sento la responsabilità di tale ruolo e penso che tutti coloro che presidiano la salute e la sicurezza degli altri vadano sostenuti e non combattuti. - dice Proprio per i malati oncologici sono stato in prima linea in questi anni, ho voluto la realizzazione di una sede della Lilt di prevenzione tumorale e ho continuato a lottare con risultati concreti anche per avere un reparto funzionale di oncologia".

"Io non mi sono ancora vaccinato e lo farò per ultimo, o comunque quando lo Stato lo riterrà opportuno. I malati oncologici insieme ai soggetti fragili vengono prima di tutti e mi auguro che le scelte statali possano portare alla loro immediata vaccinazione", conclude.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X