stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Siracusa, esplode la protesta per il cibo tra i migranti: personale sequestrato
POLIZIA

Siracusa, esplode la protesta per il cibo tra i migranti: personale sequestrato

Scoppia la protesta nel centro di accoglienza dei Pantanelli, a Siracusa. Due migranti, uno originario del Togo, di 33 anni, l’altro del Mali, di 20, hanno sequestrato, chiudendo i cancelli con delle catene e dei lucchetti, il personale della struttura, lamentando la scarsa qualità del cibo e una toilette non funzionante.

Per sedare la rivolta sono intervenuti gli agenti delle Volanti. Solo dopo l’arrivo della polizia, gli stranieri hanno deciso di liberare i dipendenti del centro: sono stati denunciati per sequestro di persona.

Intanto sono tutti negativi i tamponi ma anche i test sierologici dei sette migranti sbarcati ieri pomeriggio a Portopalo di Capo Passero a bordo di una piccola imbarcazione.

Gli stranieri sono rimasti nell’area del porto del borgo marinaro per poi essere trasferiti, dopo un vertice tra le forze dell’ordine e la prefettura, in una struttura del Siracusano dove osserveranno il periodo della quarantena obbligatoria.

Gli inquirenti stanno compiendo degli accertamenti per verificare la rotta seguita dalla barca e se è stata scortata al limite delle acque territoriali italiane da una nave madre.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X