stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'Asp di Siracusa dà l'ok per la stabilizzazione del personale precario
LAVORO

L'Asp di Siracusa dà l'ok per la stabilizzazione del personale precario

sanità, Siracusa, Cronaca
La sede dell'Asp di Siracusa

L'Asp di Siracusa dà il via libera alle procedure di stabilizzazione del personale precario del comparto e della dirigenza medica, della dirigenza sanitaria non medica e Pta in servizio nell’azienda dopo il 28 agosto 2015, ai sensi della legge Madia.

Le deliberazioni saranno pubblicate domani all’Albo pretorio dell’azienda e gli avvisi per la partecipazione saranno in estratto sulla Gurs serie concorsi ed in versione integrale nella sezione 'Bandi di concorsò su www.asp.sr.it. Il termine per la presentazione delle domande scadrà il 15° giorno successivo alla data di pubblicazione sulla Gurs. Il provvedimento è stato preceduto dalla ricognizione del personale in possesso dei requisiti soggettivi per la stabilizzazione con un apposito avviso.

In questa fase, è prevista la stabilizzazione per 107 posti di ruolo: direzione medica di presidio, 2 posti; ostetricia e ginecologia, un posto; radiodiagnostica, un posto; urologia, un posto; chirurgia generale,2 posti; oncologia, un posto; medicina trasfusionale,2 posti; farmacologia e tossicologia clinica, un posto; radioterapia, unposto; neurologia, 1 posto; igiene, epidemiologia e sanità pubblica, 4 posti; psichiatria, 3 posti; geriatria,1 posto; dirigente biologo, 5 posti; dirigente fisico, 2 posti; dirigente ingegnere, 3 posti; dirigente farmacista, 1 posto; dirigente statistico, 1 posto. Ed ancora, operatore socio sanitario:3 posti; programmatore, 3 posti; collaboratore infermiere, 55 posti; collaboratore tecnico di radiologia medica, 7 posti; collaboratore tecnico di laboratorio biomedico,2 posti; collaboratore tecnico della prevenzione in ambienti e luoghi di lavoro, 1 posto; collaboratore ostetricia, 2 posti; collaboratore ortottista, 1 posto.

«La stabilizzazione - dice il dg Salvatore Lucio Ficarra - comporterà una riduzione di incarichi a tempo determinato attualmente conferiti a temporanea copertura dei posti. E’ un momento importante, sia per coloro che vedono il traguardo con la sottoscrizione del contratto a tempo indeterminato, che per l’Azienda che capitalizza un prezioso patrimonio professionale».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X