stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fiamme e danni nel carcere di Siracusa, rivolta rientrata
LA PROTESTA

Fiamme e danni nel carcere di Siracusa, rivolta rientrata

Si sono vissuti momenti di grande preoccupazione nelle scorse ore a causa delle proteste nelle carceri, tra cui quella di Siracusa. Secondo una prima ricostruzione, i detenuti hanno incendiato lenzuola e danneggiato alcuni arredi della struttura. La protesta ha coinvolto 70 detenuti circa.

Temendo una evasione dei detenuti i carabinieri, gli agenti di polizia ed i militari della Guardia di finanza, arrivati in forze, hanno cinturato il penitenziario mentre un elicottero dei carabinieri si è alzato in volo rimanendo in zona fino alle due quando la rivolta è stata sedata.

I detenuti, controllati a vista dagli agenti della polizia penitenziaria, hanno poi chiesto di parlare con il direttore del carcere chiedendo di portare all’attenzione del governo alcune delle loro richieste, tra cui l’alleggerimento della stretta sui colloqui, sospesi per effetto delle misure anti coronavirus.

Sul posto, durante la rivolta dei 70 detenuti, su una popolazione carceraria di circa 700 unità, c'erano il comandante dei carabinieri di Siracusa, Giovanni Tamborrino, il questore, Gabriella Ioppolo, e il comandante della Guardia di finanza, Luca De Simone.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X