stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Noto, rifiuti abbandonati: "Chi sporca, paga. Dalla segnalazione al ripristino"
CONTRADA DURBO

Noto, rifiuti abbandonati: "Chi sporca, paga. Dalla segnalazione al ripristino"

Ripulita da chi l’aveva sporcata e deturpata: l’ordinanza di ripristino dei luoghi in contrada Durbo è stata notificata ai soggetti ritenuti colpevoli di reato ambientale e nel giro di pochi giorni quel tratto “macchiato” è stato ripulito dai rifiuti abbandonati.

La lotta contro chi abbandona i rifiuti e sporca il territorio netino continua e quanto registrato nelle scorse è un risultato positivo in termini di tempo e senso civico.

Pochi giorni fa era stato segnalato un cumulo di rifiuti in contrada Durbo e l’amministrazione comunale aveva messo in moto la squadra ecologica della Polizia Municipale coordinata dall’ispettore Corrado D’Amico e gli operatori ecologici della Roma Costruzioni per individuare gli autori dell’ennesimo sfregio alla natura.

Avviate le indagini, sono stati individuati i responsabili: a loro è stata notificata l’ordinanza di ripristino dei luoghi con obbligo di comunicazione dell’avvenuto conferimento in maniera corretta dei rifiuti recuperati, pena la denuncia alla Procura per reato ambientale e l’addebito dei costi per l’intervento di bonifica.

L’ordinanza è stata eseguita in pochi giorni: l’attività riparatoria è stata  messa in atto e i luoghi restituiti alla loro naturale bellezza.

“Applichiamo alla lettera il principio Europeo “chi sporga paga” - commenta il sindaco Corrado Bonfanti - ma non cerchiamo gogne mediatiche e nemmeno denaro. Cerchiamo il sorriso di chi in maniera convinta ammette di aver sbagliato e sorride con noi nel vedere la natura ripulita e nel rivedere quel tratto di contrada Durbo restituito alla sua bellezza mozzafiato”.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X