stampa
Dimensione testo
OSPEDALE UMBERTO I

Siracusa, arrestato tenta la fuga ma cade dalla finestra della Questura: è grave

di
arresti, Siracusa, Cronaca
Questura di Siracusa

Un uomo di 38 anni, siracusano, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Umberto I di Siracusa a seguito di una caduta dal secondo piano del palazzo della Questura di Siracusa. Secondo una prima ricostruzione, Genova Maximiliano, destinatario di una ordinanza di arresto per spaccio di droga e detenzione di armi firmata dal gip del tribunale di Siracusa, sarebbe caduto nel tentativo di fuggire dopo essere stato fermato dai poliziotti qualche minuto prima.

Era ai domiciliari dal luglio scorso per maltrattamenti in famiglia ma da circa un mese era latitante dallo per essersi sottratto alla sottoposizione della misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto per i reati di maltrattamenti e lesioni, noto alle forze di polizia per aver commesso numerosi reati, tra cui porto illegale di armi, rapina, ricettazione, lesioni personali, detenzione e spaccio di stupefacenti.

Nel corso di un controllo è stato intercettato intorno alle 17.00 dagli agenti della Squadra Mobile in contrada Biggemi, a Priolo, in sella a una moto Honda Hornet in compagnia di una donna di 23 anni. Al termine della perquisizione gli agenti di polizia hanno rinvenuto e sequestrato circa 3 mila euro.

Entrambi sono stati accompagnati in Questura e non appena la donna è andata in escandescenze, il 38enne, che ha precedenti per possesso di armi e droga, avrebbe tentato di scappare correndo verso un finestrone andato poi in frantumi. L’arrestato, immediatamente soccorso e trasportato con un’ambulanza del 118 presso l’Ospedale di Siracusa,  ha riportato gravi traumi al volto, agli arti inferiori e superiori. Secondo la Questura di Siracusa l’uomo non versa in pericolo di vita.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X