DA GDS IN EDICOLA

Paolo Orsi, un giardino abbandonato nel museo di Siracusa

di
museo paolo orsi, Villa Landolina, Mimma De Corrado, Siracusa, Cronaca

Alberi divelti, rifiuti, erbacce, percorsi «en plein air» chiusi ai visitatori dai nastri da cantiere. I problemi del Museo archeologico regionale «Paolo Orsi» sono sempre stati tanti fin dalla sua apertura al pubblico nel 1988. Nel 2013 il polo museale si bloccò per guasti all'impianto elettrico, ai sistemi di sicurezza e di aerazione. Nel 2015 mancavano le risorse per la pulizia delle sale espositive.

Per non parlare delle proteste del personale e della lentezza con la quale nel corso degli anni sono stati aperti tutti i settori espositivi. Un pessimo biglietto da visita che si ripropone sempre. A lamentarsi oggi questa volta delle condizioni del verde del parco di Villa Landolina, è l'insegnante di una scolaresca.

«Nell'uscita didattica - dice la maestra Mimma De Corrado del comprensivo «Lombardo Radice» - è incredibile cosa abbiamo visto: anche un albero caduto. Io non credo che non ci sia neppure un giardiniere... È una vergogna. L'erbaccia è ormai alta non so quanti metri. I rifiuti non mancano».

L'articolo completo nell'edizione della Sicilia Orientale (Siracusa) del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X