DA GDS IN EDICOLA

"Treno vecchio e poco capiente", a Siracusa scoppia la protesta

di

Pendolari e turisti costretti a rischiare di dover viaggiare in piedi o a cercarsi un altro mezzo per poter raggiungere Gela dalla stazione centrale di Siracusa.

A segnalare quanto avvenuto giovedì scorso ad un gruppo di utenti è stato il Comitato dei pendolari siciliani.

Oltre trenta biglietti pagati per viaggiare a bordo del treno regionale 12824 delle 10,32 che collega Siracusa a Gela, con tappe nel Val di Noto e Ragusa, ma che per carenza di posti, non consentiva l'accesso a bordo per tutti pendolari e turisti. Proprio a seguito delle loro proteste si è ottenuta la disponibilità di un "Minuetto" sul quale sono potuti partire e raggiungere Gela.

"La Regione che è la committente del servizio in base al contratto stipulato fino al 2026 con Trenitalia dovrebbe monitorare i dati relativi al servizio che sono in aumento negli ultimi anni - ha sottolineato il coordinatore del Comitato dei pendolari siciliani, Giosuè Malaponti - invece di operare per disincentivare l'utenza".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X