stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Pachino, per l'omicidio di Corrado Vizzini i due accusati restano in cella

di
omicidio a Pachino, Giuseppe Terzo, Massimo Quartarone, Siracusa, Cronaca
L'omicidio il 16 marzo scorso

Il tribunale del Riesame ha rigettato i ricorsi delle difese di Sebastiano Romano, 28 anni e Stefano Di Maria, 25 anni, coinvolti nell'omicidio di Corrado Vizzini, 55 anni, 55 anni, vittima di un agguato a colpi di arma da fuoco nella serata del 16 marzo in via De Sanctis ma il suo cuore ha cessato di battere 10 giorni più tardi in ospedale, al Di Maria di Avola.

I giudici hanno sostanzialmente confermato il castello accusatorio eretto dalla Procura di Siracusa e dagli agenti del commissariato di polizia di Pachino, dunque restano in carcere i due giovani, così come gli altri due indagati Giuseppe Terzo, 26 anni, e Massimo Quartarone, 24 anni.

Per gli inquirenti, a sparare, come emergerebbe dai filmati delle telecamere di sicurezza, sono stati Quartarone e Terzo mentre gli altri due avrebbero seguito i movimenti della vittima, che avrebbe pagato con la vita una intimidazione, culminata il 9 febbraio con il danneggiamento a colpi di pistola della porta di casa di Quartarone.

Secondo quanto emerso nelle indagini degli agenti del commissariato di polizia di Pachino, al comando della dirigente Maria Antonietta Malandrino, i killer avrebbero usato una pistola calibro 7,65 per freddare la vittima che non si sarebbe accorta per nulla dei suoi attentatori.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X