stampa
Dimensione testo
SIRACUSA

Soldi per corrompere i giudici, il parlamentare siciliano Gennuso resta ai domiciliari

corruzione, domiciliari, Siracusa, Giuseppe Gennuso, Siracusa, Cronaca
Pippo Gennuso

Il gip del Tribunale di Roma ha rigettato l'istanza di scarcerazione nei confronti del parlamentare Giuseppe Gennuso, sospeso dall'Assemblea regionale Siciliana, che trascorrerà la Pasqua ai domiciliari.

Gennuso è stato arrestato con l'accusa di corruzione in atti giudiziari, insieme al giudice Nicola Russo; all'ex presidente del Consiglio di giustizia amministrativa della Sicilia Raffaele Maria De Lipsis; all'ex giudice della Corte dei Conti, Luigi Pietro Maria Caruso.

Gennuso, che ha sempre negato, avrebbe pagato per corrompere i giudici amministrativi. La difesa attende ora il ricorso in Cassazione dopo che è stato respinta anche l'istanza di scarcerazione presentata al Riesame. (ANSA)

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X