L'AGGUATO

Lotta tra bande per lo spaccio di droga: svolta nelle indagini sull'omicidio a Pachino, 4 fermi

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Corrado Vizzini, vittima di un agguato il 16 marzo scorso a Pachino, in provincia di Siracusa.

Agenti del commissariato hanno fermato la scorsa notte quattro persone, su un provvedimento emesso dalla Procura di Siracusa: Massimiliano Quartarone, Sebastiano Romano, Giuseppe Terzo e Stefano Di Maria.

Vizzini, 55 anni, è morto ieri mattina all'ospedale Di Maria di Avola dove si trovava ricoverato dopo l'agguato subito mentre stava rincasando. I killer lo avevano ucciso esplodendo otto colpi di arma da fuoco e centrandolo con quattro proiettili.

Omicidio Vizzini a Pachino, nomi e foto dei 4 fermati: incastrati dalle telecamere

Le indagini, dirette dal sostituto procuratore Gaetano Bono e coordinate dal procuratore Fabio Scavone, avrebbero accertato che il commando avrebbe pianificato l'agguato nei minimi dettagli: due avrebbero agito come vedette per comunicare gli spostamenti di Vizzini e altri due sarebbero gli esecutori materiali dell'omicidio.

I motivi dell'omicidio sono da ricercare probabilmente nell'ambito di una battaglia tra gruppi contrapposti per il controllo delle attività illecite, tra cui lo spaccio di droga. Il 9 febbraio scorso alcuni colpi di fucile furono esplosi dietro la porta di casa di Quartarone, che avrebbe deciso quindi di vendicarsi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X