PALAZZO DUCEZIO

Noto, privato rivendica le grotte di palazzo Astuto

di
noto, Palazzo Astuto, rifugio antiaereo, Siracusa, Cronaca

Il rifugio antiaereo che c'era. Anzi, che non c'è. Il lungo e stretto corridoio che collega l'aristocratica via Cavour (con ingresso dalla corte del settecentesco palazzo Astuto) e la via Mariannina Coffa, nella parte alta della città, continua ad essere sbarrato.

E non dalla fine del secondo conflitto mondiale e nemmeno per gli avviati lavori di ristrutturazione, ma solo dallo scorso mese di agosto, ossia «da quando l'immobile che ricade nella proprietà del Demanio e rientra nel possesso del Comune di Noto - spiegano a palazzo Ducezio - è stato posto sotto sequestro dalla magistratura, su richiesta dell'esecutivo municipale, per fronteggiare un'azione avanzata da un privato che sostiene di essere proprietario del bene».

Sequestro convalidato dalla procura, ma annullato dal Tribunale del riesame a seguito del ricorso del privato. Un'azione senza fine con il Comune che ora è passato al contrattacco proponendo ricorso avanti il Tribunale di Siracusa, per la reintegrazione nel possesso ritenendosi «legittimo possessore e custode delle grotte sotterranee di palazzo Astuto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X