DA GDS IN EDICOLA

Bancarotta e truffa, le accuse di un imprenditore sulla realizzazione della Fiera del Sud a Siracusa

di

"La dottoressa Frontino mi diceva di andare avanti con i lavori, che dovevo stare sereno ma ha accumulato un credito pari a 379 mila euro". È la testimonianza resa da un imprenditore di Rosolini, nel corso dell'udienza del processo per bancarotta e truffa che vede come imputati Rita Frontino, Davide Venezia, Alfredo Sapienza, entrambi amministratori societari e Rosa Gibilisco, rappresentante legale di una azienda.

L'imprenditore, secondo la pubblica accusa, è tra quelli che hanno provveduto alla realizzazione del centro commerciale Fiera del Sud senza, però, ricevere i compensi pattuiti. "Mi è capitato di incontrare la dottoressa Frontino - ha spiegato in aula il teste - a cui chiedevo di essere saldato ma lei mi rispondeva rassicurandomi che sarebbe andato tutto per il meglio e di non fermarmi con i lavori".

L'imprenditore, durante la sua testimonianza, ha ammesso di avere avuto contatti con diverse società, tutte riconducibili al gruppo Frontino, poi finite nell'inchiesta della Guardia di finanza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X