stampa
Dimensione testo
LE ORDINANZE

Maltempo: scuole chiuse per verifiche a Siracusa, Augusta, Avola e Noto

di
scuole chiuse avola, scuole chiuse Noto, scuole chiuse Siracusa, Siracusa, Cronaca
Maltempo

Il maltempo delle scorse ore sulla Sicilia ha costretto i sindaci di Siracusa, Augusta, Noto e Avola a chiudere le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio per consentire, in via precauzionale, un controllo di sicurezza degli spazi scolastici da parte dei tecnici comunali.

Intanto il sindaco di Siracusa Francesco Italia ha emanato un'ordinanza sindacale per chiudere anche asili nido, il cimitero comunale, le strutture sportive e i parchi. Lo scopo è quello di realizzare sopralluoghi e verifiche degli spazi a seguito dell’intensa ondata di maltempo.

Ad Augusta sono rimaste chiuse in via precauzionale le scuole e anche il cimitero comunale secondo quanto stabilito il sindaco Cettina Di Pietro. Verifiche in tutte le scuole comunali ed in particolare nel plesso La Face del secondo istituto comprensivo “Corbino” di Monte Tauro.

Scuole chiuse anche ad Avola e Noto. Il primo cittadino di Avola, Luca Cannata, aveva invitato nelle scorse ore i cittadini a limitare "il più possibile gli spostamenti e le attività all’aperto. Sono state ricevute diverse segnalazioni ed è stato attivato immediatamente il sistema di Protezione Civile Comunale- ha avvisato ieri che -  Le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio rimarranno chiuse, in via precauzionale, per consentire un controllo di sicurezza degli spazi scolastici".

A Noto, il sindaco Corrado Bonfanti ha chiuso anche la sede del Cumo (Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale). Il primo cittadino lo ha stabilito con apposita ordinanza sindacale dopo la riunione con l’unità di crisi che ha coordinato le attività di messa in sicurezza del territorio.

"Dopo una giornata molto impegnativa - spiega il sindaco Corrado Bonfanti - che ci ha permesso di risolvere numerose situazioni di pericolo e che ha visto i nostri tecnici impegnati nella ricognizione di edifici pubblici, con particolare attenzione per le nostre scuole, è emersa l’esigenza del tutto prudenziale di disporre ulteriori verifiche e approfondimenti. Invito i concittadini a effettuare nelle proprie abitazioni una ricognizione accurata, specialmente delle coperture a tegola e delle antenne televisive".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X