stampa
Dimensione testo
L'ORDINANZA DEL SINDACO

Siracusa dice "no" alla plastica monouso non biodegradabile, dal 1 febbraio scatta il divieto

Scatterà l’1 febbraio il divieto di usare plastica monouso non biodegradabile nel territorio comunale di Siracusa. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco, Francesco Italia, firmata ieri, e che fissa in sessanta giorni, a decorrere dall’1 febbraio, il termine concesso ai titolari di attività commerciali e artigianali per l’eliminazione delle scorte di magazzino. Per i trasgressori è prevista una sanzione da venticinque a cinquecento euro, ridotta a cinquanta se pagata entro sessanta giorni.

"Abbiamo deciso di adeguarci subito alle recentissima circolare dell’assessorato regionale Territorio e ambiente - chiarisce il sindaco - perché quella della plastica sta diventando una vera e propria emergenza rispetto alla quale non possiamo restare indifferenti".

Il divieto è generalizzato. Riguarda supermercati, botteghe di vicinato, salumerie e ogni altro esercizio e centro abilitato alla vendita di stoviglie per alimentari e cotton fioc, ma anche bar, ristoranti, pizzerie, paninerie, take-away, rosticcerie, friggitorie e attività similari, inclusi gli stabilimenti balneari e i chioschi. Già dall’1 gennaio, su tutto il territorio nazionale, è vietato vendere cotton-fioc con bastoncini in plastica e dall’1 gennaio 2020 sarà bandito l’uso di microplastiche dai prodotti cosmetici.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X