L'INCHIESTA "RES PUBLICA"

Appalti pilotati a Priolo, l'affare della gestione della piscina comunale

PRIOLO. Tutto è cominciato con una denuncia di un'associazione sportiva estromessa dalla gestione della piscina comunale. Così ha preso vita l'inchiesta «Res publica», su un presunto giro di appalti pilotati a Priolo.

Da quella segnalazione, si legge sul Giornale di Sicilia, gli agenti del commissariato di polizia sono andati a ritroso nel tempo, accusando il vecchio gestore Sebastiano Carpinteri, responsabile dell’associazione «Nuoto club Priolo», di aver «indicato come costi di gestione cifre diverse – si legge nell’ordinanza del gip del tribunale di Siracusa, Giuseppe Tripi - e maggiori rispetto a quelle corrispondenti alle spese effettivamente sostenute ed entrate di importo minore di quelle effettivamente incassate, e ciò abbia fatto al fine di ottenere il pagamento di un contributo maggiore di quello effettivamente spettante in base al bando di gara e all’atto di affidamento».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X