stampa
Dimensione testo
IL CASO

L'anziano bruciato vivo a Siracusa, arrestato un diciottenne

Siracusa, Cronaca
Giuseppe Scarso, l'anziano ucciso a Siracusa

SIRACUSA. A distanza di quattro giorni dalla morte di Giuseppe Scarso, l'ottantenne picchiato e bruciato vivo nella sua abitazione a Siracusa l'1 ottobre scorso, la polizia ha posto in stato di fermo Andrea Tranchina, 18 anni, siracusano, con l'accusa di omicidio in concorso.

Il provvedimento, emesso dalla Procura di Siracusa, è stato eseguito dagli agenti della squadra mobile di Siracusa. Un secondo provvedimento di fermo è stato emesso anche nei confronti di un altro giovane, che al momento risulta irreperibile.

I due, secondo gli inquirenti, nella notte del 1 ottobre, avrebbero aggredito il pensionato nella sua abitazione al ronco II di via Servi di Maria, a Siracusa: prima picchiandolo e poi dandolo alle fiamme dopo avergli cosparso addosso liquido infiammabile.

Scarso, ricoverato subito all'ospedale Cannizzaro di Catania, è deceduto in seguito alle lesioni. Un terzo giovane è al momento solo indagato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X