stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'anziano bruciato a Siracusa, il nipote: «Vogliamo giustizia»
IL CASO

L'anziano bruciato a Siracusa, il nipote: «Vogliamo giustizia»

di

SIRACUSA. «Sono scettico e molto dubbioso sul sistema giustizia per quanto assistiamo ogni giorno». Parole amare quelle pronunciate da Salvo Scarso, nipote di Pippo Scarso, il pensionato di 80 anni, prima picchiato e poi dato alle fiamme da un branco di giovani nella notte del 30 settembre nel suo appartamento al ronco II di via Servi di Maria.

In questo mese di indagini, gli agenti della Squadra mobile di Siracusa hanno posato il loro occhi su un ragazzo che è stato ripreso, insieme ad altri due coetanei, da una telecamera montata in uno distributore di benzina, non molto distante dalla casa del pensionato.

«Comprendo le difficili indagini - sostiene Salvo Scarso - ma in questo caso non posso fare altro che constatare sulla mia pelle, anzi sulla pelle del mio caro congiunto, arso vivo la notte del 30 settembre e i cui autori ancora oggi restano ignoti, e non solo, liberi di poter reiterare, non dico lo stesso reato, ma certamente atti di violenza su altre persone».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X