stampa
Dimensione testo
IL CASO

La morte di Eligia Ardita, il padre: "Voglio tornare in aula"

SIRACUSA. «Sono pronto a combattere per tornare a stare dentro l' aula perché, sebbene la legge preveda che i testimoni citati non possano presenziare alle udienze, non trovo giusto che i familiari che stanno lottando da mesi per avere chiarezza e giustizia non possano prendere parte alle udienze fintanto che non verranno escussi dalla Corte».

Non l' ha presa bene Agatino Ardita, padre di Eligia, l' infermiera di 36 anni al nono mese di gravidanza, secondo l' accusa uccisa la sera del 19 gennaio dello scorso anno assieme alla piccina che portava in grembo, dal marito Christian Leonardi, ex guardia giurata di 41 anni che dopo l' arresto avvenuto nel settembre dello scorso anno, ha confessato per poi ritrattare in aula, la decisione della presidente della Corte d' Assise Giuseppina Storaci di accogliere la richiesta dei difensori di Leonardi di fare uscire dall' aula tutti i testimoni citati dalle parti e presenti al processo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X