stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca False assunzioni, 400 indagati e sequestro da 1,7 milioni ad Augusta
GUARDIA DI FINANZA

False assunzioni, 400 indagati e sequestro da 1,7 milioni ad Augusta

di

AUGUSTA. Una mega truffa ai danni dello Stato e dell’Inps è stata scoperta dalla guardia di finanza di Siracusa, che ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di conti correnti, beni immobili e beni mobili registrati per un valore di 1.735.180,24 di euro nei confronti di un gruppo criminale.

L’attività investigativa dei finanzieri ha avuto inizio nel 2009 quando 6 società di Augusta avevano presentato un numero di assunzioni di lavoratori troppo elevato rispetto al volume d’affari dichiarato. Sono indagati per associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato e dell'Inps i rappresentanti delle società e gli oltre 400 lavoratori.

La Procura della Repubblica di Siracusa ha delegato quindi le fiamme gialle di eseguire indagini specifiche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche per capire il modo con il quale i membri del gruppo criminale portavano avanti le loro attività illecite. Nel corso delle indagini è emerso che sono coinvolte sei società: “Londrigo Gaetano”, “Mscape” S.r.l., “CrimatGroup” S.r.l., “IIservice.it di Paolo Battaglia e Benedetto Sicari” S.n.c., “NuovaBelcarta” S.r.l. e “Euronetwork” S.r.l. Tutte e sei non avevano svolto alcuna attività lavorativa tale da giustificare un simile numero di assunzioni.

I finanzieri hanno scoperto che tra i datori di lavoro e gli impiegati c’era un rapporto di complicità. Infatti venivano formalizzate fittizie assunzioni, mediante comunicazioni inviate all’Inps, al fine di consentire un’ indebite indennità di disoccupazione, erogate dall’Ente previdenziale. Tali indennità venivano, poi, spartite tra i lavoratori ed i componenti dell’associazione.

L’operazione, denominata “Transumanza”, ha consentito di individuare ben oltre 400 fittizie assunzioni che hanno portato all’indebita percezione di indennità di disoccupazione per ben 1.735.180,24 euro.

I componenti del gruppo criminale composto dai rappresentanti delle società “cartiere” e di 400 lavoratori sono stati segnalati all’autorità giudiziaria aretusea per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato e dell’Inps.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X