stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca «Grande Fratello» nel centro storico di Noto contro il vandalismo
SICUREZZA

«Grande Fratello» nel centro storico di Noto contro il vandalismo

di
Inaugurata la sala operativa per monitorare il fenomeno del vandalismo contro gli edifici di pregio artistico e l’arredo urbano

NOTO. Occhi-spia a protezione dei settecenteschi monumenti della città, a partire da quelli allineati lungo il corso Vittorio Emanuele. Noto corre ai ripari per porre fine al frequente accanirsi contro gli edifici di pregio artistico e arredo urbano, e punta con ferma decisione su un intervento capace di intercettare il fenomeno vandalismo. Ieri mattina, dopo anni di inevitabili aggiustamenti (anche per via della rigida disciplina di controllo), è stato inaugurato il sistema di sicurezza e videosorveglianza della città.

Il battesimo dell’impianto diffuso di telecamere, che monitorerà Noto giorno e notte, si è tenuto a palazzo Ducezio, sede del Municipio, con l’apertura della sala operativa, cuore pulsante del sistema, allestita al terzo piano e già attrezzata di tutto punto con video e monitor. Alla cerimonia inaugurale della sala operativa – erano presenti, tra gli altri, il vescovo di Noto monsignor Antonio Staglianò, il prefetto Renato Franceschelli, oggi responsabile della Direzione centrale dei servizi tecnico-logistici e della gestione patrimoniale del ministero degli Interni, il prefetto Armando Gradoni e il questore Mario Caggegi - ha fatto seguito al Teatro comunale “Tina Di Lorenzo”, la presentazione del progetto “Pon Sicurezza: Noto, città sicura” con l’intervento del sindaco Corrado Bonfanti.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X