stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca «Finte offerte di lavoro», lentinese smascherato
EDIZIONE DI SIRACUSA

«Finte offerte di lavoro», lentinese smascherato

di
Sono venti le vittime del raggiro che avrebbero pagato 150 euro per iscriversi al sito. Il colpo avrebbe fruttato 10 mila euro

LENTINI. Speculava sulla fame di lavoro di molti disoccupati che avrebbero fatto di tutto per un posto, anche andare a vivere all’estero. Alle vittime, 20 in tutto, un lentinese di 48 anni, S.M., avrebbe spillato, complessivamente, oltre 10 mila euro, ma l’uomo, al termine delle indagini compiute dalla Procura di Siracusa e dal Nucleo investigativo telematico, è stato identificato e denunciato con l’accusa di truffa aggravata e continuata.

La sua tecnica era assai semplice e collaudata: per attirare nella trappola i disoccupati inseriva degli annunci sulla bacheca on line di un sito internet, prospettando un’occupazione stabile nel settore della ristorazione. Avrebbe, dunque, «postato» delle occasioni di lavoro come cuoco o cameriere in locali di un certo spessore, sparsi in tutta l’Europa, in particolare in Germania. Per rendere verosimile quel trucco, avrebbe usato un’agenzia interinale internazionale per il reclutamento della manodopera ma per entrare in «graduatoria» occorreva pagare. Il prezzo per l’iscrizione era di 150 euro ed i soldi sarebbero arrivati direttamente nelle tasche del lentinese attraverso una società americana per il trasferimento di denaro.

Un sistema adottato anche dalle organizzazioni criminali specializzate in ogni attività illecita, tra cui quelle legate allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, come è emerso in una recente indagine degli agenti della Squadra mobile di Siracusa, a proposito di un traffico di stranieri tra l’Africa ed il Nord Europa. A quegli annunci, avrebbero risposto persone, giovani nella maggior parte dei casi, residenti in quasi tutte le regioni del Mezzogiorno, con in mano diplomi rilasciati da istituti alberghieri. Quelle offerte suonavano come un’occasione da non perdere e pazienza se il loro posto di lavoro si trovava a chilometri di distanza dalla loro casa e da tutti i loro affetti.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X