INDAGINI

Augusta, fiamme in un capannone a Punta Cugno

di

AUGUSTA. Un incendio si è sviluppato, l’altro ieri pomeriggio, all’interno di un capannone in abbandono che si trova nella zona industriale di Punta Cugno, in un’ area comunale dove sarebbe dovuto nascere il depuratore e dove sono state trovate abbandonate anche delle lastre di amianto.

Il rogo ha bruciato spazzatura e plastica, che si trovavano all’interno dell’immobile in disuso costruito accanto alle vasche che avrebbero dovuto raccogliere i reflui di Augusta, realizzati oltre vent’anni fa e di fatto mai utilizzati per la mancata realizzazione del depuratore che ad oggi non esiste.

Non è chiaro cosa abbia originato il rogo, che ha prodotto una grossa coltre di fumo nero ben visibile sia dalla zona industriale che da Augusta e che ha reso necessario l’intervento di una squadra dei pompieri del distaccamento di contrada Balate, che è arrivata sul posto dopo la telefonata di un cittadino che aveva notato il fumo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X