UNIONE VALLE IBLEI

I sindaci dicono sì alle Zone franche montane nel Siracusano

di
I rappresentanti dei 7 enti locali, riuniti a Sortino, chiedono anche parità di trattamento: non si ripetano le contrapposizioni vissute con l’Imu agricola
Sortino, zone franche montane, Siracusa, Politica
Bruno Marziano

SORTINO. Sì alle zone franche montane ma purché ci sia una copertura finanziaria. I sindaci dell'Unione «Valle degli Iblei» non hanno dubbi: la legge che in settimana avrà il parere dalla commissione Attività produttive dell'Ars e che dovrebbe andare in aula nei prossimi giorni supera una fase di stallo che nel tempo si è creata tra i comuni che rivendicano agevolazioni fiscali per ripopolare i centri urbani.

Ma è proprio il rischio che non ci siano risorse a preoccupare maggiormente i sindaci che ieri in occasione del Consiglio dell'Unione in seduta aperta, che si è svolto nella sala consiliare di Sortino, hanno espresso i maggiori dubbi. Da chiarire anche l'ambito territoriale di applicazione della legge: nei mesi scorsi proprio per il pagamento dell'Imu sui terreni agricoli i sette comuni dell'Unione sono stati differenziati tra comuni montani e quelli parzialmente montani. I sindaci auspicano, quindi, che ci siano chiarimenti su questo aspetto. A illustrare i contenuti del disegno di legge è stato il presidente della commissione Attività produttive Bruno Marziano.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook