AMBIENTE

Bonifiche, Priolo perde i 50 milioni regionali

di
La giunta Crocetta ha certificato il venire meno dei fondi destinati alle attività di risanamento dell’area industriale. E resta al palo anche la norma sull’amianto

PRIOLO. Il Sin, il sito di interesse nazionale di Priolo non potrà contare sullo stanziamento di 50 milioni di euro della Regione. La giunta regionale ha certificato infatti la perdita dei fondi destinati alle attività di bonifica dell'area industriale. A renderlo noto è stato il parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo che già lo scorso anno aveva lanciato l'allarme sulla perdita dei fondi.

"Con quasi un anno di ritardo - ha sottolineato Vinciullo - il Governo è stato costretto a certificare quanto da me dichiarato attraverso un accordo di programma quadro "Ambiente - Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007/2013" firmato a Roma il 25 febbraio 2015". Nell'Accordo di programma quadro viene ripercorsa la storia del finanziamento, ricordando che la somma complessiva iniziale era di 106 milioni ed 800 mila euro, di cui 50 milioni di euro come risorse del Cipe, 6 milioni e 800 mila come fondi del Ministero dell'Ambiente e 50 milioni come finanziamento della Regione. Ad oggi, la somma di 50 milioni del Cipe è stata ridefinita in 46.290 euro, i 6 milioni 800 mila euro dovrebbero essere trasferite dal Ministero alla Regione, invece i 50 milioni di euro della Regione non risultano più disponibili, in quanto non sono stati assunti gli impegni richiesti dal ministero dell'Ambiente entro i termini previsti.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook