IL CASO

Pd, l’apertura al dialogo nel partito
Baio: «No ad alchimie correntizie»

di
L’ex presidente della Provincia invoca rapporti costruttivi ma anche un nuovo congresso

SIRACUSA. L'ex presidente della Provincia interviene sullo stato interno del Pd, sulle attese determinate dall'apertura del sindaco Giancarlo Garozzo al dialogo, e sulle recenti dichiarazione del coordinatore dell'«Area Dem» Enzo Pupillo. Nel riconfermare la ”bontà” della disponibilità del primo cittadino a mettere a disposizione un posto in giunta per «Riformisti» e «Area Dem», Baio auspica un dialogo ”volto a ristabilire un rapporto costruttivo tra il partito e la giunta”.

E pone l'esigenza di una ”discussione chiarificatrice” su Pd, sul suo ruolo e il suo gruppo dirigente. Ma per Baio è anche chiaro che le vicende congressuali non sono morte e sepolte e che non possono essere ritenuti tali. «Insisto - dice - sulla necessità di un passaggio democratico e partecipativo che coinvolga gli iscritti al Partito democratico e i simpatizzanti per recuperare le ragioni e le modalità dello stare insieme, ponendo fine alla situazione di inagibilità politica determinata dall'ultimo congresso, che ha discriminato deliberatamente i renziani».

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook