BANDO

Inda di Siracusa: la corsa dei quaranta per il posto di sovrintendente

di
Tante risposte al bando per l’incarico di sovrintendente: tra i candidati accanto a Roberta Torre e Sebastiano Lo Monaco anche Granata e Giliberti

SIRACUSA. Lunga la lista dei candidati in corsa per il posto di sovrintendente dell'Istituto nazionale del Dramma Antico: sono quaranta e sono arrivati puntuali, entro le 18 di sabato scorso nella sede della Fondazione Inda, a Palazzo Greco, come previsto da un bando pubblico che per la prima volta nella storia dell'istituto sarà l'unico mezzo per scegliere ed eleggere la nuova figura del sovrintendente che resterà in carica non più quattro anni, come previsto dal vecchio regolamento, ma due. I nomi, più o meno noti: spicca per fama l'apprezzatissima regista Roberta Torre, ma anche Sergio Maifredi, regista e direttore artistico dei «Teatri Possibili Liguria» di Genova, c'è l’attore e regista Luca Lazzareschi, direttore del «Festival della Versiliana» ed ancora l’attore Sebastiano Lo Monaco, che è anche direttore del teatro «Tina Di Lorenzo» di Noto.

Nomi tutti siracusani sono invece quelli di Fabio Granata, Mimmo Mirabella e Manuel Giliberti. Non manca all'elenco l'ex sovrintendente Fernando Balestra, rientrato a lavorare alla Rai a Roma, e registi di recente impegnati nelle rappresentazioni classiche come Daniele Salvo e Mauro Avogadro. Tra i 40, anche Giuseppe Di Pasquale, attuale direttore del teatro Stabile di Catania e Giancarlo Sammartano, attore e regista.

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook