inda, Salvo Baio, Siracusa, Cultura
INTERVENTO

Inda di Siracusa, Salvo Baio: «Scelte di prestigio sul sovrintendente»

di

SIRACUSA. «La nuova gestione dell'Inda deve restituire il potere decisionale al consiglio di amministrazione». A dirlo è l'ex presidente del consorzio universitario «Archimede», Salvo Baio, che esprime preoccupazione sulle posizioni che alcuni componenti sembrano voler assumere all'interno dell'organismo. Lasciando intravvedere il rischio di tensioni interne. Baio ribadisce l’importanza della fine della gestione commissariale ma anche la necessità di creare un clima ”unitario e costruttivo” tra i consiglieri, superando le divergenze che pare ci sarebbero state.

In particolare si sofferma anche sul ruolo del consigliere delegato Walter Pagliaro: che non avrebbe, a suo dire, dato risalto al varo di un bando pubblico per la scelta del nuovo sovrintendente della fondazione, figura chiave nell'allestimento degli spettacoli classici, su cui si impone una indicazione di ”prestigio”. Baio, evidenziando la validità della nomina di Pagliaro all'interno del consiglio dell'Inda, sottolinea come per la prima volta dalla trasformazione dell'Inda da istituto a fondazione il consigliere delegato sia un esperto di teatro come prevede lo statuto. «Con la nomina del sovrintendente artistico - dice Baio in una nota - si realizzerà sul piano operativo, quel riparto di competenze che fin qui è mancato e che assegna al consigliere delegato il compito di ”proporre” al consiglio di amministrazione gli indirizzi artistici e culturali e al sovrintendente di attuare il relativo programma di attività».

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati