STUDENTI

Stop al servizio di assistenza per i disabili, è bufera a Siracusa

di

Stop al servizio di assistenza per gli studenti disabili e divampa la polemica. L’ex deputato regionale Vincenzo Vinciullo e il consigliere comunale Salvatore Castagnino ieri hanno manifestato davanti al tribunale per ribadire che «il servizio Asacom non può essere fermato». A protestare, però, è anche il deputato regionale del Movimento 5 stelle Stefano Zito che parla di «interruzione di pubblico servizio».

Il sevizio di assistenza agli studenti disabili, per gli istituti superiori è gestito dall’ex Provincia che però nei giorni scorsi, anche nel corso di un incontro con cooperative e famiglie ha fatto sapere di non avere le risorse per poter garantire la prosecuzione dell’attività che in provincia riguarda oltre 200 studenti.

Vinciullo e Castagnino però non ci stanno e alzano la voce con il consigliere comunale che ieri ha iniziato lo sciopero della fame con l’intenzione di proseguirlo fino a quando il servizio non sarà riattivato. «Le cose non stanno come sostiene l’ex Provincia - spiegano Vinciullo e Castagnino -. Sia chiaro che i soldi ci sono, nella finanziaria sono stati previsti oltre 19 milioni di euro e va ribadito ancora una volta che si sta creando un disagio enorme alle famiglie e agli studenti. Non si può fermare il servizio per colpa del Libero consorzio, tutto questo è totalmente inaccettabile».

L'articolo nell'edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X