I NUMERI

Noto, l’attività della Caritas: in aumento le famiglie povere

di
caritas noto, Siracusa, Cronaca

Un chiaro punto di riferimento per le persone che si trovano in difficoltà, ma anche uno sportello di ascolto con i confini – e non solo territoriali - allargati al fine di acquisire appropriate competenze nella lettura di bisogni e nel contrasto all'emarginazione.

L'esercito dei poveri è in forte crescita: più di mille nel territorio. A evidenziare numeri e bisogni è l'annuale rapporto della Caritas che in città – così come nell'intera diocesi che fa capo a Noto – opera con diversi sportelli. Centri di aiuto aperti in più zone della città. In via Tafaro, in un angusto locale a ridosso della chiesa di sant'Andrea, è operativo da anni lo sportello che mette insieme tre comunità: quelle dell'Ecce Homo, di sant'Andrea e di san Francesco all'Immacolata.

Nella parte alta di Noto operano i volontari del Santissimo Crocifisso e del Sacro Cuore. Attivi sono anche i Piccoli frati di Gesù e Maria, che in via Marco Bozzari nella mensa di san Corrado accolgono decine di poveri, così come le suore Francescane di Lipari, la comunità fondata da madre Florenzia che fino a qualche anno fa accoglieva anche minorenni in difficoltà.

L'articolo nell'edizione della Sicilia orientale del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X