POLIZIA

Siracusa, subisce minacce e violenze dal compagno: divieto di avvicinamento alla donna

di

Ancora una nuova storia di maltrattamenti, questa volta a Siracusa. Una donna, dopo appena due mesi di relazione, ha iniziato a subire, da parte dell'uomo che diceva di amarla, violenze di ogni tipo.

È stata la madre della vittima a porre fine ai soprusi denunciando l'uomo alla polizia. La giovane vittima è stata convocata in questura dove ha ammesso tutti i maltrattamenti subìti: minacce di morte, ingiurie, sputi, schiaffi, calci e spintoni. In un episodio, si era vista lanciare in testa una teglia calda, in un'altra era stata gettata a terra, immobilizzati gli arti e tappate bocca e naso con la mano.

Una volta era stata picchiata al punto da dover ricorrere alle cure mediche per le escoriazioni causatele dai calci ricevuti in pieno viso.

Dopo le indagini, è scattata l'esecuzione del provvedimento di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento che impedirà all'uomo di avvicinarsi nei luoghi abitualmente frequentati dalla donna, mantenendo comunque una distanza di almeno 300 metri dalla stessa, e di comunicare con lei con qualsiasi mezzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X