IL GIORNO DELLA PATRONA

Siracusa, gli operai senza lavoro abbracciano Santa Lucia

di

L’incontro con la Madonna delle lacrime in Santuario e la visita agli ammalati dell’ospedale Umberto I. E poi ancora un gruppo di operai delle cooperative che si occupavano della raccolta dei rifiuti e che sono attualmente senza lavoro che si affideranno alla Patrona portando a spalla per un breve tratto il simulacro argenteo.

La festa dell’Ottava di Santa Lucia sarà segnata quest’anno da molti momenti non solo di devozione ed emozione ma anche di speranza per chi attende notizie sul proprio destino lavorativo. Dopo il bagno di folla di giovedì 13 dicembre, quando migliaia di persone hanno accompagnato la martire siracusana nella processione dal centro storico di Ortigia alla Borgata.

La città è pronta ad andare nuovamente incontro alla propria Patrona con un amore e una devozione dimostrati ancora una volta anche durate tutta la settimana quando lunghe file di fedeli si sono alternate alla Borgata per pregare davanti al simulacro di Santa Lucia, all’interno della basilica che proprio dal 13 dicembre è stata elevata a Santuario diocesano.

L'articolo completo nell'edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X