OPERAZIONE "CASE CHIUSE"

Sfruttamento della prostituzione a Siracusa, donna condannata a due anni

Il gup del tribunale di Siracusa Andrea Migneco ha condannato a due anni di reclusione Franca Petrino, 66 anni, avvocato, coinvolta nel febbraio del 2016 in un’operazione della polizia sullo sfruttamento della prostituzione.

La donna, difesa dall’avvocato Angelo De Melio, ha anche rimediato 2 mila euro di multa mentre il marito Vincenzo Magliocco, 69 anni, radiologo, e Davide Formisano, 49 anni, commerciante, saranno processati con il rito ordinario: la prima udienza è stata fissata al 19 novembre del prossimo anno.

L’inchiesta, coordinata dai magistrati della Procura, denominata «Case chiuse», ha avuto origine nell’aprile del 2014 e secondo quanto svelato dall’accusa gli indagati avrebbero messo a disposizione i loro appartamenti, 8 in tutto, a prostitute sudamericane e dell’Europa dell’Est per accogliere i loro clienti. Dalle stime della polizia, l’affitto sarebbe costato alle lucciole 50 euro al giorno mentre il guadagno mensile oscillava tra i 3 mila e i 4 mila euro.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X