"QUALUNQUEMENTE"

Voto di scambio a Priolo, chiesti 5 anni per Rizza

Ha chiesto condanne pesanti il pubblico ministero Margherita Brianese nella requisitoria del processo denominato "Qualunquemente" che vede alla sbarra 16 imputati accusati, a vario titolo, di concussione al voto di scambio, dall’abuso d’ufficio alla truffa.

Al centro dell’inchiesta della Procura e degli agenti del commissariato di polizia di Priolo c’è l’ex sindaco di Priolo, Antonello Rizza, per il quale il pm ha chiesto 15 anni di reclusione.

L'articolo completo nell'edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X