PROCESSO BIS

Scandalo Sai 8 a Siracusa, chiesto rinvio a giudizio per gli avvocati Amara e Toscano

di

Richiesta di rinvio a giudizio per concorso in bancarotta fraudolenta per gli avvocati Piero Amara, coinvolto nell’inchiesta Sistema Siracusa su un presunto giro di sentenze pilotate, e Attilio Toscano, figlio dell’ex procuratore aggiunto di Siracusa, Giuseppe Toscano.

I due indagati, nel febbraio scorso, erano stati iscritti nel registro degli indagati a seguito di un’indagine condotta dai militari della Guardia di finanza scaturita dall’inchiesta sul crac della Sai 8, l’ex società che gestiva il servizio idrico e fognario di Siracusa.

Secondo quanto ipotizzato dall’accusa, l’azienda avrebbe distratto i beni anche attraverso delle laute consulenze, finite, nella loro ricostruzione, nelle tasche dei due professionisti.

Nelle carte degli inquirenti è indicato che sarebbero state erogate prestazioni «ritenute esorbitanti o comunque gravemente incongrue per eccesso sia in relazione ai parametri normativamente previsti per il calcolo degli onorari sia con riferimento alla disciplina delle liquidazioni di natura giudiziale».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X