POLIZIA

Siracusa, rapinarono e picchiarono un gioielliere: dopo due anni arrestati tre giovani

di

Tre ragazzi incappucciati e con una pistola in mano entrano in una gioielleria Piccione a Siracusa. Dopo aver picchiato il gioielliere con calci e pugni, lo avrebbero minacciato con l'arma, intimandogli di consegnare loro i gioielli appena prelevati dalla cassaforte per i clienti di un valore complessivo di 74mila euro.

I poliziotti di Siracusa hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare domiciliari, su richiesta della Procura aretusea.

I fatti risalgono al 4 novembre 2016. Tre giovani siracusani sono ShajlaTringali , di 24 anni, Andrea Caniglia, di 31 anni e Antonino Mauro, di 23 anni.
Gli agenti attraverso le immagini del circuito di videosorveglianza e alle analisi del dna sono riusciti a risalire a uno dei rapinatore, il 23enne siracusano, che ha confessato.

Durante la fuga, il titolare della gioielleria era riuscito ad afferrare il cappuccio della felpa indossata da uno dei due, scoprendo di Antonino Mauro.

Le telecamere del sistema di videosorveglianza della gioielleria avevano immortalato Mauro. Inoltre le analisi biologiche eseguite sul passamontagna utilizzato per la rapina avevano evidenziato la presenza del dna una traccia minima compatibile con il dna di Antonino Mauro .

L’attività di indagine, sviluppatasi con intercettazioni ambientali e telefoniche, oltre ad evidenziare un quadro indiziario di responsabilità anche a carico dei due Andrea Caniglia e Shajla Tringali.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X