CAPORALATO

Lavoro in nero nel Siracusano, sospese tre aziende: sanzioni per 32 mila euro

Tre attività imprenditoriali sospese e circa 32 mila euro di sanzioni elevate nell’operazione di contrasto al lavoro nero e del caporalato dei carabinieri del Nil, con l’Ispettorato territoriale del lavoro: eseguiti cinque accessi ispettivi in altrettante aziende tra Augusta, Lentini, Portopalo, Rosolini e Pachino, nel Siracusano.

Individuati otto lavoratori in nero e sei irregolarmente occupati oltre le 40 ore settimanali. In due imprese edili, ad Augusta, e in un’impresa edile di Sortino trovato lavoro nero oltre la soglia del 20 per cento dei lavoratori impiegati, quindi è scattata la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Denunciato il titolare di un esercizio commerciale che aveva installato impianti di videosorveglianza senza autorizzazione, che consentiva il controllo dei dipendenti anche tramite dispositivi cellulari da parte del datore di lavoro.

Quattro datori di lavoro sono stati denunciati per violazioni in materia di sicurezza sul lavoro per non avere allestito i ponteggi in modo sicuro per i dipendenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X