54ESIMA EDIZIONE

Festival del teatro antico a Siracusa, apre Emma Dante con "Eracle"

Sessantasei giorni, sei produzioni. La Fondazione Istituto Nazionale del Dramma antico da il via al 54esimo Festival del teatro antico al Teatro greco di Siracusa. Eracle di Euripide per la regia di Emma Dante aprirà giovedì 10 maggio la stagione. Maria Giulia Colace sarà Eracle, ed accanto a lei Serena Barone (Anfitrione), Naike Anna Silipo (Megara), Patricia Zanco (Lico), Carlotta Viscovo (Teseo).

«In Eracle - ha spiegato Emma Dante - mi interessa la fragilità, perché non è la forza né il potere a renderlo virile. È la sua anima e il suo coraggio a fare di lui un essere umano. È un semidio invincibile solitario e nevrotico, che fugge dal dolore seguendo il consiglio dell’amico del cuore. È umano Eracle». Giorno 11 in scena la prima di Edipo a Colono di Sofocle con la regia di Yannis Kokkos. Massimo De Francovich sarà Edipo assieme a lui saranno in scena Sebastiano Lo Monaco (Teseo), Roberta Caronia (Antigone), Danilo Nigrelli (il messaggero), Stefano Santospago (Creonte).

«È una tragedia - sono le parole di Kokkos - sulle frontiere materiali e metafisiche, sul mistero della libertà umana prima dell’onnipotenza degli dei, della responsabilità, della vecchiaia e della gestione politica della città, «Edipo a Colono» è anche un poema intimo, un viaggio mentale». Le due tragedie, Eracle ed Edipo a Colono si alterneranno dal 10 maggio al 24 giugno.

Il 29 giugno è in programma il debutto della commedia «I Cavalieri» di Aristofane con la regia di Giampiero Solari e un cast costituito da Francesco Pannofino, Giovanni Esposito, Gigio Alberti, Alberto Catania, Roy Paci e Sergio Mancinelli. Sia nelle due tragedie che nella commedia il coro sarà composto dagli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico. L’Inda conferma anche quest’anno la traduzione simultanea in inglese degli spettacoli per dare modo anche ai turisti di poter assistere a un evento.

Sabato 12 maggio al via al teatro di Akrai di Palazzolo Acreide il Festival internazionale del teatro classico dei giovani: 103 istituti da tutta Italia e da Grecia, Francia, Spagna, Belgio, Georgia e Tunisia per oltre 2.300 gli studenti che si esibiranno dal 12 maggio all’11 giugno. Due gli eventi speciali: «Conversazione su Tiresia» scritto e interpretato da Andrea Camilleri appositamente per l’Inda, con la regia di Roberto Andò che andrà in scena l’11 giugno.

E "Palamede» scritto e interpretato da Alessandro Baricco che vedrà tra i protagonisti l’attrice Valeria Solarino, in scena il 18 luglio. Per la prima volta nella storia, l’Inda riproporrà infine uno spettacolo di repertorio mettendo nuovamente in scena dal 12 al 15 luglio «Le Rane» di Aristofane con la regia di Giorgio Barberio Corsetti e Valentino Picone e Salvo Ficarra tra i protagonisti.

Infine all’Orecchio di Dionisio, nel parco archeologico della Neapolis: il 31 maggio Massimo Cacciari con una lezione su «Il dolore che salva», il 28 giugno Luciano Canfora su «Un ventenne molto protetto: Aristofane contro Cleone» e il 16 luglio Alessandro Baricco su «La giustizia e la forza. Tucidide, il dialogo tra Melii e Ateniesi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X